Marriage is a right for all - Il matrimonio è un diritto di tutti

Marriage is a right for all – Il matrimonio è un diritto di tutti

English via Google Translate:

http://facebook.com/condividilove
http://condividilove.com
A MATTER OF CIVILIZATION, EVEN BEFORE THEY LOVE. [see below]

In those days when America echoed the message “Legalize Love” inspired by the words of President Barack Obama, in Italy the leading representatives of a party that should be called “progressive” as extremist etichettavano illusory and the only two possibilities in our country same sex are never united in marriage. Never.

It is inspired by these facts that some free citizens of all sexual orientations have decided to get together for a cause that should belong to all, beyond all differences.

“CONDIVIDILOVE” is a totally free project, whose brand is available to any initiative that will take forward the claim to equal rights for couples of all sexual orientations.

Because in a country like Italy can not expect political leaders are asking their people the courage to support the changes needed to remedy the inequalities still exist in the legislation. We think not only as a socialist Prime Minister Zapatero, or Hollande, but even a conservative British Prime Minister Cameron who just recently said: “I’m passionate about marriage a lot and I think that if it works for heterosexuals like me, should work for all and for this we should have gay marriage and why we will introduce them. ”

In a country like Italy, the change has no prominent endorsers. Must therefore start from the bottom, with all means available. The first, as never before, is the sharing.

Marriage is a right for all. SHARE LOVE.

Original Italian:

http://facebook.com/condividilove
http://condividilove.com
UNA QUESTIONE DI CIVILTÀ, ANCOR PRIMA CHE D’AMORE. [leggi sotto]

Negli stessi giorni in cui dall’America echeggiava il messaggio “Legalize Love” ispirato dalle parole del presidente Barack Obama, in Italia i maggiori rappresentanti di un partito che dovrebbe dirsi “progressista” etichettavano come estremista e illusoria la sola possibilità che nel nostro paese due persone dello stesso sesso vengano mai unite in matrimonio. Mai.

È ispirandosi a questi fatti che alcuni liberi cittadini di ogni orientamento sessuale hanno deciso di mettersi insieme per una causa che dovrebbe appartenere a tutti, al di là di ogni differenza.

“CONDIVIDILOVE” è un progetto totalmente libero, il cui marchio è a disposizione per ogni iniziativa che voglia portare avanti la rivendicazione di pari diritti per le coppie di ogni orientamento sessuale.

Perché in un paese come l’Italia non possiamo aspettarci che siano i leader politici a chiedere al loro popolo il coraggio di supportare i cambiamenti necessari a sanare le diseguaglianze ancora presenti nella legislazione. Pensiamo non solo a premier socialisti come Zapatero o Hollande, ma persino a un conservatore come il premier britannico Cameron che proprio in questi giorni ha dichiarato: “il matrimonio mi appassiona molto e penso che se funziona per gli eterosessuali come me, dovrebbe funzionare per tutti; per questo dovremmo avere i matrimoni gay e per questo li introdurremo.”

In un paese come l’Italia il cambiamento non ha alcun illustre testimonial. Deve quindi partire dal basso, con tutti i mezzi di cui dispone. Il primo, mai come oggi, è la condivisione.

Il matrimonio è un diritto di tutti. CONDIVIDILOVE.

Enhanced by Zemanta